Focus On

NEW MEDIA
02/05/2022

Banca Generali lancia “Protezione & Risparmio”

Si tratta di un blog dedicato all’educazione finanziaria e all’approfondimento dei temi economici d’attualità. Ogni settimana verranno pubblicati approfondimenti ad hoc di esperti, ma con un linguaggio semplice, volto a rispondere al bisogno di informazione delle persone. Seghizzi:“Le tematiche della nostra industria vengono spesso date per scontate, ma per famiglie non lo sono”.

Raccontare i grandi temi del risparmio, i suoi cambiamenti e i trend che ne caratterizzeranno il futuro utilizzando un linguaggio semplice, chiaro e diretto. È questo l’obiettivo di “Protezione & Risparmio”, il blog di Banca Generali dedicato all’educazione finanziaria e all’approfondimento dei grandi temi economici che caratterizzano il dibattito pubblico contemporaneo.
Online dal 2 maggio, il blog vuole rispondere al bisogno di informazione economica che coinvolge sempre più persone. I grandi temi d'attualità vengono sviluppati in chiave divulgativa, usando un approccio giornalistico pensato per rispondere alla domanda di conoscenza e stimolare un dibattito costruttivo sugli argomenti più caldi, tra cui inflazione, volatilità, guerra e pianificazione finanziaria, solo per citare qualche esempio. 
Il blog sarà arricchito settimanalmente con approfondimenti ad hoc di autorevoli esperti nei vari ambiti: al top management di Banca Generali si affiancheranno accademici, ricercatori, economisti e rappresentanti della società civile competenti nei vari ambiti di interesse.
“Le incognite e le complessità del mondo contemporaneo rendono oggi più che mai necessario approfondire tematiche della nostra industria che spesso vengono date per scontate, ma che per famiglie e investitori non lo sono - ha detto Michele Seghizzi, Direttore Marketing e Relazioni Esterne di Banca Generali -. Per questo abbiamo voluto dar vita ad un ambiente digitale autorevole, ma al tempo stesso user friendly in grado di dialogare con tutti coloro i quali sentono la necessità di conoscere al meglio il mondo del risparmio e approfondire le sue evoluzioni future”.

Autore: ANSA