Focus On

MERCATO IMMOBILIARE
07/06/2022

Boom di acquisti nel primo trimestre

Dai dati dell’Agenzia delle Entrate emerge che nei primi tre mesi dell’anno le compravendite sono aumentate del 12% rispetto allo stesso periodo del 2021. A guidare la classifica è Milano con una crescita del 36%, mentre Roma è prima per numero assoluto di compravendite (più di 9mila). Bene il residenziale (+12%), dove a essere più richieste sono le case comprese tra 50 e 85 metri quadri

Gli italiani cercano casa e la vogliono comprare. Nel primo trimestre del 2022, le compravendite di immobili sono aumentate di molto rispetto al 2021 (+12%), arrivando a superare la quota di 181 mila abitazioni acquistate. Ma non solo, perché in crescita sono anche gli scambi del comparto terziario-commerciale (+14,5%) e soprattutto del settore produttivo (+23,6%). Sono questi i dati che emergono dal rapporto dell'Osservatorio del mercato immobiliare dell'Agenzia delle Entrate.
A fare da capofila nel mercato delle abitazioni nelle principali città italiane è Milano, con un segno positivo del 36% rispetto allo stesso periodo del 2021. In termini assoluti, però, Roma è la città con il maggior numero di compravendite, arrivate oltre le 9 mila unità e aumentate del 6,4% rispetto allo scorso anno. In generale, rispetto al 2021 nelle principali città italiane ci sono quasi 4mila acquisti in più, una variazione positiva del 14,1%. Dopo Milano seguono, a distanza, Palermo (+15,5%), Bologna (+11,1%) e Firenze (+10,2%). Dopo il periodo buio del 2020, segnato dagli effetti della pandemia, il 2022 segue la tendenza positiva iniziata lo già scorso anno, migliorandola.
Nel primo trimestre del 2022, sono cresciute anche le compravendite del settore residenziale, con un tasso del +12% e una quota assoluta di quasi 20 mila unità in più rispetto allo stesso periodo del 2021. L'analisi dell'Osservatorio continua mostrando alcune differenze tra i capoluoghi (+11,1% con 5.800 compravendite in più) e i comuni minori non capoluogo (+12,5% con 13.600 operazioni in più). Anche se si osserva il fenomeno in chiave geografica, i dati sono positivi. L'incremento supera il 13%, rispetto al primo trimestre 2021, in tutte le aree, fatta eccezione per il Nord Est dove la crescita si ferma al 6,5%, con dei picchi intorno al 16% in corrispondenza dei comuni minori del Centro e delle Isole. 
Per quanto riguarda le dimensioni delle unità immobiliari, la crescita più ampia nel primo trimestre del 2022 ha interessato gli acquisti di abitazioni con superficie compresa tra 50 e 85 metri quadri (+14,5%). Segno più anche per gli scambi di cantine e soffitte, che con oltre 35mila transazioni fanno registrare una crescita di oltre il 23%, e di box e posti auto (+8,9% con quasi 104mila unità scambiate). Da segnalare, infine, la vendita di terreni agricoli, che ha fatto registrare un aumento del 14,7%, e quella dei terreni edificabili, che ha avuto un rialzo del 12%. 

Autore: ANSA