Articoli
BANCA GENERALI
A settembre raccolti 309 milioni
09/10/2019

La raccolta netta cumulata da inizio anno supera quota 3,7 miliardi, mentre le masse sotto contratto di consulenza evoluta raggiungono i 4,5 miliardi (+2,2 miliardi da inizio anno). Soddisfatto Gian Maria Mossa, amministratore delegato dell'istituto: "L'attenzione delle famiglie e di tanti imprenditori ci rende molto fiduciosi sulla crescita per l'ultima parte dell'anno"

Un settembre particolarmente positivo per la raccolta netta alla luce della stagionalità e delle imposte (ben 109,6 milioni) pagate dalla clientela nel periodo. Commenta così Banca Generali il dato mensile, con una raccolta netta che si è attestata a 309 milioni, portando il dato cumulato da inizio anno a sfiorare quota 3,8 miliardi. Il calo dei rendimenti nel corso dell'estate si è riflesso sulla composizione della raccolta, con prese di beneficio generalizzate sui bond governativi europei. Per contro sono cresciuti i flussi verso il risparmio gestito e i prodotti assicurativi, in particolare verso la sicav Lux Im (92 milioni di raccolta a settembre, 1,6 miliardi da inizio anno) e verso le polizze (116 milioni di nuovi flussi nel mese). Cresce a livelli sostenuti anche la consulenza evoluta, con 4,5 miliardi di masse sotto contratto (200 milioni a settembre, 2,2 miliardi da inizio anno). Molto soddisfatto l'amministratore delegato di Banca Generali, Gian Maria Mossa: "Stiamo registrando grande attenzione non solo tra le famiglie di risparmiatori – sottolinea il manager - ma anche da molti imprenditori che vogliono farsi accompagnare nelle operazioni più complesse; questo ci rende molto fiduciosi sulla crescita per l'ultima parte dell'anno".

Autore: